Capri

Capri

Fra le più belle isole del golfo di Napoli, Capri è conosciuta in tutto il mondo per le sue incomparabili bellezze naturali e archeologiche.
Il profumo dei fiori, la raffinata sfaccettatura dei colori, le aspre scogliere che degradano verso il mare cristallino, i vicoli antichi che attraversano piccole case immerse nel verde. Sono solo alcune delle caratteristiche che hanno reso famosa questa incantevole isola posta di fronte alla Costiera Sorrentina, cui è legata da un prolungamento roccioso sottomarino lungo circa cinque chilometri.
Da sempre Capri esercita su chi la visita un grande fascino: i Faraglioni, la Grotta Azzurra, la Piazzetta, l’azzurro del cielo e del mare gli elementi di maggiore attrazione.
In estate, ma non solo, la vita notturna è estremamente piacevole, tra bar alla moda e discoteche esclusive. Nelle serate capresi è facile incontrare noti personaggi dello spettacolo o famosi attori di Hollywood e pop star internazionali.
L’isola ha una superficie di circa 12 chilometri quadrati di lunghezza ed una larghezza di 3 chilometri. Comprende due comuni: Capri e Anacapri, situata nella parte alta dell’isola, a 286 metri sul livello del mare e collegata a Capri da una strada panoramica.
Da Anacapri è possibile, poi, raggiungere, tramite una seggiovia, il Monte Solaro, situato a 589 metri sul livello del mare, da cui si può ammirare un panorama che spazia dal Golfo di Napoli a quello di Salerno, passando per la piana di Anacapri e la penisola sorrentina, Capri ed i Faraglioni.
Il primo scopritore di Capri fu l’imperatore Augusto nel 29 a.C. che, innamoratosi dell’isola, la tolse dalle dipendenze di Napoli, scambiandola con la fertile Ischia. Inizia, così, il suo dominio privato, seguito dalla fiorente edilizia che, il suo successore Tiberio attuò dal 27 al 37 d.C, con la costruzione di ben dodici ville.
Tra queste, oggi, restano testimonianze evidenti di Villa Jovis e di Villa Damecuta.
Numerose anche le chiese da visitare, come quella di San Costanzo, del V secolo d.C. e la piccola Chiesa di Santa Maria del Soccorso, datata 1610.
Per raggiungere Capri si possono utilizzare traghetti e aliscafi che partono da Napoli, Sorrento e dalla Costiera amalfitana. Sull’isola si viaggia a bordo di autobus, taxi e si più utilizzare la funicolare che collega Marina grande con la Piazzetta.
Uno scenario straordinario quello regalato dall’isola azzurra a chi intende dedicarsi al relax con passeggiate tra negozi esclusivi e tipiche botteghe artigianali. Tra le stradine di Capri e di Anacapri si può comperare qualunque cosa si desideri: dal capo d’abbigliamento griffato al gioiello unico, dai caratteristici sandali fatti su misura ai profumi realizzati artigianalmente con le erbe e le spezie tipiche della costa. Oltre agli splendidi parei in seta o ai preziosi scialli in cashmere e lana merino che si possono trovare solo sull’isola azzurra.
Senza dubbio, una delle stradine più eleganti di Capri è via Camerelle, nei pressi della storica Piazzetta, dove si concentrano le boutiques e gli atelier dei più prestigiosi stilisti italiani ed internazionali, da Gucci a Ferrè, da Dolce e Gabbana a Louis Vuitton, da Pucci a Cartier. Sempre in via Camerelle si trova, poi, lo showroom di Carthusia, antica fabbrica di profumi che realizza essenze uniche ed inebrianti utilizzando materie prime naturali. Ed infatti, i fiori che caratterizzano i sentieri capresi, come la ginestra, l’orchidea, il rosmarino, il mughetto ed il garofano selvatico danno vita a fragranze inconfondibili. La loro lavorazione rispetta ancora metodi antichi: rosmarino come base dei profumi maschili e garofano selvatico per quelli femminili.
Così, non solo è possibile acquistare i profumi, disponibili in un’ampia scelta di fraganze, ma anche vederne la lavorazione nei laboratori, in cui le essenze vengono distillate, miscelate e conservate in confezioni fatte a mano.
Via le Botteghe è un’altra via dello shopping di lusso: qui prestigiose boutiques e gioiellerie offrono agli occhi del visitatore sfavillanti vetrine ricolme di collane, bracciali, monili e orecchini in perle e corallo. Cuore del centro storico, infine, è via Vittorio Emanuele, sede di importanti negozi di lusso.
Altra specialità dell’isola azzurra è la fabbricazione artigianale di sandali: suola piatta e striscia di cuoio dai colori più disparati. Caratteristico è il fatto che siano gli artigiani a confezionarli davanti agli occhi stupiti dello stesso visitatore, che in pochi minuti vedrà realizzato un paio di autentici sandali capresi fatti su misura.